Nel corso dei primi mesi dell'anno scolastico, le classi seconde della Scuola Secondaria di Primo grado "G. Ungaretti" si sono cimentate nello studio di argomenti nuovi, come Letteratura, e nella realizzazione di un progetto di Educazione civica denominato “Olimpiadi di
cittadinanza”, in cui sono stati affrontati anche temi relativi all'uso corretto dei media, alla conoscenza della nostra Costituzione e allo sviluppo delle competenze emotive e relazionali.

Per quanto riguarda lo studio della Letteratura, ci siamo posti, come primo obiettivo, quello di abituare i ragazzi a “vedere e non solo guardare, ascoltare e non solo sentire...”, facendo sì che la letteratura diventi anche un'esperienza personale e concreta, calata nella loro quotidianità.

Così, partendo dall'analisi del Cantico delle Creature di San Francesco d'Assisi, al fine di prendere coscienza di ciò che è realmente necessario nella nostra vita e apprezzare ciò che spesso diamo per scontato, abbiamo riflettuto insieme sull'importanza della gratitudine, mediante le seguenti attività:
• Redigere per almeno una settimana un diario della gratitudine, in cui annotare con precisione almeno cinque cose al giorno per cui essere grati.
• Elaborare una rappresentazione grafica del proprio Cantico.

E’ stato davvero interessante vedere come gli alunni siano stati capaci di cogliere e apprezzare anche gli aspetti più piccoli della loro quotidianità: un abbraccio, la vicinanza di un compagno, le coccole del proprio animale domestico, un manicaretto preparato dalla mamma...

Nella rappresentazione grafica del Cantico, hanno tutti messo in atto la loro creatività realizzando dei lavori davvero apprezzabili.

Per quanto riguarda il progetto di Educazione civica, gli alunni hanno lavorato in gruppo collaborando e mettendo in atto forme di rispetto e collaborazione, ascoltandosi l’un l’altro con i compagni, per realizzare cartelloni che riassumessero quanto studiato. In particolare hanno esposto le loro conoscenze sulla Costituzione italiana, sulle funzioni del nostro Parlamento e del nostro Presidente della Repubblica.

Inoltre hanno approfondito il tema del potere delle parole, della loro importanza, delle conseguenze che può avere il loro uso poco corretto sia nel mondo reale che in quello virtuale.